Questo sito usa i cookie (anche di terze parti), per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Continuando a navigare ne accetti l'utilizzo. Maggiori informazioni Chiudi
unique management advisory

Chi Siamo

Un-Guru® è una innovativa società di consulenza strategica di direzione. La nostra missione è creare, sviluppare e rendere sostenibile il valore, tangibile e intangibile, di imprese, enti e organizzazioni, fornendo soluzioni professionali di elevata qualità. [...]
L’arte e la sfida della sostenibilità

L’arte e la sfida della sostenibilità

Un-Guru promuove Underwater Venice, la mostra fotografica ospitata dal 1 ottobre presso l’Istituto Italiano di Cultura di Osaka [...]
1° Master Un-Guru per Il Sole 24 Ore sul Non Profit

1° Master Un-Guru per Il Sole 24 Ore sul Non Profit

Parte la 1° Edizione del Master di Specializzazione de Il Sole 24 Ore "Management degli Enti [...]
Crowdfunding in ascesa anche per il settore non profit

Crowdfunding in ascesa anche per il settore non profit

L'innovazione sociale è una bella idea che fa ancora fatica a tradursi in buone pratiche, ma [...]

Domus de Luna “risparmia” più fondi di quelli che impiega

Domus de Luna “risparmia” più fondi di quelli che impiega
Il Sole 24 Ore
26/05/2008vedi articolo originale

Si è tenuto nei giorni scorsi a Cagliari “Tutti Dentro 2008”, un progetto della locale Fondazione Domus de Luna che attraverso musica, danza e graffiti vuole sensibilizzare i ragazzi su temi quali il maltrattamento e l’abuso. La manifestazione ha coinvolto anche i minori del carcere di Cagliari, che hanno realizzato dei grandi murales all’interno dell’istituto di Quartucciu.
Nata nel 2005, Domus de Luna si occupa di assistenza e recupero di bambini e giovani vittime di abbandono, maltrattamenti e abusi. Nel 2006 la Fondazione ha inaugurato la Casa delle Stelle, una comunità alloggio per minori e madri in difficoltà.
In termini di risorse dedicate, anche nel 2007 la Casa delle Stelle è stato il principale progetto per l’organizzazione, che gli ha dedicato oltre 126mila euro, il 56% degli impieghi complessivi.
Il dato emerge dall’analisi del bilancio, disponibile on-line sul sito www.domusdeluna.it insieme con una relazione di missione sulle attività svolte nel corso dell’anno. Rispetto al 2006 le entrate, che superano i 550mila euro, registrano una lieve flessione del 5 per cento. Il 22% dei proventi dell’anno, 120mila euro, è costituito dall’avanzo di gestione precedente, mentre i proventi da raccolta fondi, circa 340mila euro, rappresentano il 61% del totale e raddoppiano rispetto al 2006. Migliorano infatti i risultati della raccolta da privati e aziende, cui si aggiungono contributi da enti pubblici per circa 70mila euro. Inoltre la Fondazione Umana Mente contribuisce con circa 90mila euro, contributo vincolato alla Casa delle Stelle.
Gli impieghi, di poco superiori ai 220mila euro, sono invece dimezzati rispetto all’anno precedente: nel 2006 erano pari a 460mila euro ed erano in gran parte destinati all’acquisto dell’immobile in cui è situata la Casa delle Stelle. Nel 2007 il 97,2% degli impieghi, 217mila euro, è stato destinato all’attività istituzionale, mentre i costi di gestione incidono per il 2,4% (5mila euro). La promozione è in gran parte a carico dei volontari o di terze parti con le quali la fondazione collabora, scelta che consente praticamente di annullare i relativi costi collegati, che nel 2007 rappresentano solo lo 0,1% del totale.
Rispetto a ogni euro di entrata sono 39 i centesimi dedicati agli scopi sociali, risultato che deve tenere conto di un avanzo di gestione di 330mila euro, il 60% delle entrate.
Nel 2007 Domus De Luna ha dato vita al primo “Appartamento Arcobaleno” per l’accoglienza di madri vittime di violenza, oltre a uno “Spazio Verde”, un luogo per gli incontri protetti tra bambini che vivono una condizione di disagio, abuso o difficoltà e i loro genitori, alla presenza di personale qualificato. Inoltre, in collaborazione con Exodus di Don Mazzi, la Fondazione ha organizzato incontri con 3mila ragazzi nelle scuole con laboratori di canto, chitarra e danza, un’occasione diversa per affrontare temi quali il bullismo, le dipendenze e l’abbandono scolastico. Per il futuro l’obiettivo è creare nuove comunità alloggio, residenze per bambini ospedalizzati con lunghe degenze e case protette.
Sul suo sito Domus de Luna pubblica anche i dati relativi alla pedofilia attraverso Internet, raccomandando ai genitori di adottare soluzioni di filtro e protezione per il pc. I numeri sono infatti allarmanti: dal 2002 al 2007 la Polizia delle Comunicazioni ha effettuato 187 arresti, 3.655 denunce, 3.346 perquisizioni e chiuso 155 siti web con materiale pedopornografico. Sono inoltre stati segnalati alle apposite strutture di controllo di altri paesi oltre 10mila siti non italiani. Il dato più preoccupante è che un pedofilo online su tre è “abusante” e che, molto spesso, si tratta di persone che per professione sono vicine ai minori.